😰L’indimenticabile e orribile storia di Blanche Monnier, che fu imprigionata nella sua stanza per 25 anni! Come è successo?💔

Sembra qualcosa tratto da un film dell’orrore, una produzione di Hitchcock o il materiale degli incubi, ma è stato un crimine reale incoraggiato dalle persone che amava e di cui si fidava di più.
Questa è la storia della prigionia e delle torture subite da Blanche Monnier.
Un tempo era una splendida mondana che si pensava fosse morta e sepolta per più di 25 anni fino a quando non fu trovata appena viva e imprigionata in una soffitta buia nella tenuta della sua famiglia.
Blanche Monnier era una persona determinata che aspirava a controllare il suo percorso nella vita. Era coraggiosa e apprezzata per la sua bellezza tra le alte classi in cui era nata.


Quando nel 1876 rivelò alla sua famiglia che intendeva sposare un avvocato che era un po’ più vecchio di lei e allo stesso tempo altrettanto povero, sua madre rifiutò con rabbia di approvare l’unione. Poi ordinò alla figlia di rifiutare la sua proposta. Blanche dichiarò che non avrebbe preso tale azione. Dopo un terribile litigio, sua madre rinchiuse Blanche in una piccola stanza nella soffitta con persiane sbarrate che impedivano a qualsiasi luce di entrare. Sua madre le disse che avrebbe dovuto annullare il matrimonio programmato con questo uomo inadeguato se voleva la sua libertà. Blanche non si sarebbe mossa.


Fu confinata nella soffitta, dormendo su un letto di fieno marcio e mangiando solo pochi avanzi del pasto di sua madre. I fratelli, la madre e tutto il personale della tenuta Monnier aiutarono a diffondere il mito che fosse morta improvvisamente nel 1876. La sua famiglia avrebbe finto di essere in grave lutto ogni volta che erano in pubblico. Continuarono a esprimere il loro dolore e vendettero persino la loro storia a diversi media. Nessuno contestò il rapporto secondo cui fosse morta. Non ci sarebbe stato alcun motivo per la sua famiglia di mentire, vero?


La polizia ricevette un messaggio scritto a mano nel 1901. Diceva che c’era un problema nella casa dei Monnier. Secondo il messaggio, si sentivano urla orribili provenire da dietro una finestra chiusa. La nuova governante, che aveva informato il suo amante delle terribili circostanze nella casa del suo capo, scrisse il messaggio. Lui la incoraggiò a chiamare immediatamente la polizia. Nonostante credessero che Blanche fosse morta da tempo, la polizia visitò la residenza per assicurarsi che le segnalazioni fossero false. Tuttavia, la madre di Blanche ignorò la polizia e rifiutò di farli entrare, anche se poteva vederli da una finestra quando arrivarono. Quando la polizia riuscì finalmente a sfondare la porta, furono accolti da un odore offensivo che emanava dalla zona della prigione improvvisata di Blanche. Dopo aver forzato l’apertura della porta, scoprirono che Blanche Monnier si era trasformata in uno scheletro vivente.


Il terribile odore era stato lei, e ora aveva cinquant’anni. Dopo essere stata trasferita all’ospedale, Blanche fu inondata di attenzioni da parte delle infermiere sconvolte, che le offrirono anche un pasto caldo e continuarono a ringraziarle. Nonostante fosse stata detenuta per le sue azioni, Madame Monnier non mostrò alcun rimorso. Dichiarò che era stata Blanche a causare tutto. Suo fratello supportò la sua crudele madre e mise fermamente la colpa su Blanche. Sua madre morì improvvisamente. Dopo di ciò, suo fratello—anche lui un avvocato—riuscì nel suo appello contro la pena detentiva di un anno e fu liberato. Blanche, che aveva passato i precedenti 26 anni e due mesi da sola in una soffitta buia, era ora una donna di 50 anni mentalmente malata, senza abilità di vita e con una serie di problemi di salute. Blanche fu ancora una volta lasciata fuori al freddo quando suo fratello assunse il controllo della tenuta Monnier.


Ma il marchio Monnier oggi era in rovina. Dopo essere stata maltrattata, tormentata e segregata, la donna fu improvvisamente liberata, ma la sua vita stava appena cominciando. Dopo essere stata accettata, visse in una struttura di salute mentale fino alla sua morte nel 1913.

Ti piace questo post? Per favore condividi con i tuoi amici:

Vidéo


Vous pouvez également être intéressé