Cosa farai? 💔 Quando sono andato a prendere il mio cane dal rifugio dove la mia ragazza l’aveva lasciato mentre ero al lavoro, lui era già sparito!😩

Ho subito raccontato tutto alla mia ragazza, Leslie, riguardo Frankie e la nostra relazione unica. Lei sembrava capire tutto questo, e durante i tre anni passati insieme, lei e Frankie erano diventati stretti e fiduciosi. Tutto andava bene finché non abbiamo iniziato a parlare di andare a vivere insieme. Una sera, mentre cercavamo case abbastanza grandi per i bambini, con piscina e studio, ho fatto un commento scherzoso su come Frankie sarebbe stato il nostro bambino a quattro zampe. Lei ha sorriso prima di annunciare, con mia grande sorpresa, che Frankie non poteva unirsi a noi. Ho ignorato la cosa, ridendo e pensando che scherzasse. Ma era evidente dal suo sguardo serio che non stava scherzando. La discussione che è seguita è durata diverse ore. Ho rifiutato di rinunciare al ruolo di Frankie nella mia vita. “Qualunque cosa accada, il mio cane viene con me perché mi ha salvato,” ho insistito, assicurandole che non lo avrei mai lasciato. Non ci siamo parlati per due giorni dopo che se ne era andata arrabbiata. È stato difficile per me stare senza di lei, ma sono rimasto forte. Il mio angelo peloso, Frankie, è stato il mio sostegno nei momenti più bui.

Era impensabile lasciarlo per un partner romantico. Non era solo un cane; rappresentava la mia resilienza e la mia guarigione ed era una parte integrale di chi sono. Ho capito che Frankie doveva essere una parte importante della mia vita, non solo un accessorio in una futura relazione. Il nostro legame indissolubile è testimone del nostro percorso dalla rabbia alla guarigione. Speravo che la mia fidanzata lo capisse e vedesse Frankie come parte integrante di me, non come un ostacolo al nostro futuro. Ho trascorso le giornate aspettando che Frankie tornasse in contatto. Ogni secondo confermava la mia scelta. Che camminassimo insieme, giocassimo fuori o trascorressimo del tempo di qualità sul divano, ero costantemente ricordato di quanto fossimo arrivati lontano insieme. Non avrei mai pensato che Frankie, con un occhio solo e tre zampe, potesse insegnarmi così tanto sull’amore, l’impegno e la resilienza. I giorni dopo la morte di Leslie erano annebbiati dal dolore. Avevo paura di perdere la ragazza che amavo così profondamente, ma ho anche mantenuto la mia decisione. Fortunatamente, Leslie la pensava allo stesso modo. Non mi ha chiamato per oltre una settimana e quando lo ha fatto, mi ha chiesto se potessimo ancora sistemare le cose. Le ho assicurato che Frankie non se ne sarebbe andato, ma la sentivo mancare. Sembrava che non ci fosse mai stato nessun tipo di rabbia quando ci siamo incontrati per un caffè. Dopo aver parlato e riso per un po’, è venuta a casa mia per cena e un film. Sembra che abbiamo superato il problema del mio cane e abbiamo trascorso una serata fantastica insieme. Abbiamo anche trascorso una splendida settimana e ci siamo trasferiti un mese dopo. Appena tre settimane dopo essere arrivato a casa mia, sono tornato a casa per trovare Frankie scomparso.

Ero furioso quando Leslie è finalmente entrato dalla porta principale perché non era lì. Ero consapevole delle sue azioni nei suoi confronti. “Les, dov’è?” “Ho pensato che ti sarebbe stato più facile se non avessi detto addio. È in cielo. Mi dispiace, John, ma un giorno voglio avere dei bambini e non porto un cane così grande. Sai già quanto mi sta a cuore! Come fai a pensare che un giorno lascerò che questo mostro circondi il mio bambino? Devi decidere tra me e il nostro futuro, o un brutto cucciolo! E basta. Gli ho ordinato di raccogliere le sue cose e lasciare la casa. Ho fatto più soldi, quindi anche se condividevamo un appartamento, era tutto nel mio nome. Leslie ha raccolto le sue cose ed è partita, sorpresa ma furiosa. Non è mai tornata da me. Ero distrutto quando ho appreso che Frankie era stato adottato mentre correvano al rifugio.

Disperato per ogni frase, ho supplicato l’impiegato, ma le leggi sul segreto gli hanno impedito di rilasciare dettagli. Non è stato fino a quando ha notato quanto fossi turbato e come le mie lacrime macchiassero il freddo terreno che ha mormorato qualcosa riguardo al nuovo proprietario di Frankie che va in quel parco. Ho atteso un’eternità in quel parco prima di vederli finalmente: Olivia, il figlio di Emma, e Emma stessa, una donna elegante i cui occhi erano pieni di una luce che non avevo visto da tempo. Il mondo intero è crollato. Frankie era lì, saltandomi addosso con la felicità e l’amore che erano stati il mio salvatore. Emma ascoltava attentamente mentre raccontavo la mia storia, la relazione tra Frankie e me e la svolta traumatica degli eventi che ci aveva condotto a questo punto. Guardando Olivia, che trovava conforto in Frankie dopo la morte del padre, potevo vedere la confusione nei suoi occhi. Mentre Emma raccontava la loro storia, era chiaro che Frankie stava ancora una volta aiutando qualcuno. Guidati da una comune comprensione del bisogno, del dolore e della ripresa, abbiamo trovato una soluzione temporanea: ho portato Frankie a vedere Olivia ogni giorno. Così le nostre vite si sono intrecciate. Alla fine, Emma, Olivia e io siamo diventati inseparabili, e naturalmente Frankie era al nostro fianco. Le nostre visite quotidiane sono diventate cene insieme, che alla fine sono diventate imprese comuni. L’amore è sbocciato nel terreno più inaspettato mentre il nostro legame si rafforzava e ci guariva in modi che non avremmo mai immaginato.

Emma e io abbiamo finalmente deciso di sposarci, quindi sembrava giusto che il matrimonio onorasse il percorso che ci aveva portato insieme. L’evento è stato una celebrazione della vita, dell’amore e delle seconde possibilità. Olivia era bella come una damigella d’onore, lanciando petali nella sala mentre la sua risata riempiva l’ambiente di armonia. Frankie, il nostro devoto amico e collegamento tra due mondi, era un esempio vivente del potere dell’amore e dei legami indissolubili che condividevamo. Ha legato accuratamente gli anelli nuziali intorno al suo collare. Mentre scambiavo i voti con Emma, i miei pensieri tornavano alla strana e tortuosa strada che ci aveva portato a questo punto. Avevamo trovato la luce l’uno nell’altro – in Olivia e in Frankie, il cane che mi aveva salvato e che ci aveva portato insieme per caso – in un mondo che sembrava così pieno di oscurità. Mentre Frankie stava fiero al nostro fianco, guardavo intorno agli amici e alla famiglia radunati intorno a noi e ho realizzato che a volte le storie d’amore più significative provengono dai luoghi più inaspettati. Ho saputo di aver trovato qualcosa di grande quando Emma ed io abbiamo promesso di iniziare una vita insieme. I sospiri soffici di Frankie riempivano i momenti di silenzio, e Olivia rideva tra di noi. Non era solo un matrimonio; era una dichiarazione di un nuovo inizio e dell’unione di due percorsi separati dall’amore ma divisi dalla perdita. Mentre Marlie ci guidava lungo il corridoio come una nuova famiglia, ho capito che a volte le cose che perdiamo semplicemente non tornano. Invece, ci aiut

Ti piace questo post? Per favore condividi con i tuoi amici:

Vidéo