Il bambino contatta la polizia: voleva qualcuno che lo aiutasse con i compiti

Cosa facciamo quando ci troviamo “in difficoltà”? La risposta più ovvia è “chiedere aiuto”. A seconda della gravità del problema, la maggior parte delle persone è istintivamente incline a cercare supporto dalle autorità quando si trova in una particolare situazione. Un grazioso bambino di São Vicente, nella zona rurale di São Paulo, Brasile, ha preso questa norma sociale alla lettera. Di fronte a un “gran problema”, ha deciso di chiedere aiuto alla polizia militare. Tuttavia, la polizia è rimasta sorpresa nel scoprire la vera ragione della sua richiesta, senza però lamentarsi.

In una serata ordinaria, dopo un controllo di routine presso un centro comunitario locale, gli agenti del 39° Battaglione della Polizia Militare Interna sono stati avvicinati da un bambino per strada vicino a casa sua. “Appena ci ha visti, il piccolo si è avvicinato dicendo di avere un grosso problema da risolvere”, dice un poliziotto. Gli agenti hanno offerto il loro aiuto, ma non si aspettavano che il ‘problema’ fosse effettivamente un ‘problema di matematica’ che stava avendo difficoltà a risolvere e quindi aveva bisogno di aiuto”, affermano.

Il bambino ha raccontato candidamente agli agenti: “Voi siete la polizia militare e risolvete tutti i problemi. Ecco perché sono venuto a chiedervi aiuto. È un grosso problema di matematica!” Senza perdere tempo, ha aperto il suo quaderno e ha mostrato loro ciò che lo preoccupava così tanto. Essendo alla fine del loro turno e in assenza di casi più urgenti, la polizia ha sorriso e ha prestato attenzione al piccolo cittadino, illuminando il suo quaderno con le torce per aiutarlo con i compiti. La tenera scena è stata immortalata in foto, che sono state poi condivise su Facebook.

Il post ha fatto il giro del mondo, commuovendo gli utenti di Facebook: “Ci sono molti poliziotti bravi, che vogliono davvero aiutare la società. Onorano l’uniforme che indossano! Bravo per l’atteggiamento. Dio vi benedica ogni giorno di lavoro”, ha scritto una persona. “Congratulazioni per questo atto di umiltà e servizio alla società”, ha aggiunto un altro.

“Sono senza parole! Ho trovato bellissimo il modo in cui il bambino ha chiesto aiuto e i poliziotti che poi lo hanno aiutato! Una bellissima attitudine da entrambe le parti”, ha scritto una giovane donna. “Dovremmo sentirci così di fronte alla nostra polizia militare, proprio come questo bambino. Congratulazioni a quegli agenti di polizia che hanno visto l’innocenza di questo bambino”, ha aggiunto un’altra persona.

Ti piace questo post? Per favore condividi con i tuoi amici:

Vidéo


Vous pouvez également être intéressé