Pompiere adotta bambino da senzatetto dopo averla aiutata a partorire

Il pompiere Mark Hadden, 47 anni, non dimenticherà mai il giorno che ha cambiato per sempre la vita della sua famiglia. Quel giorno, il 14 novembre 2011, ha aiutato a far salire la madre di Gracie, sua figlia adottiva, sul retro di un’ambulanza.

“Era un tipico giorno di novembre”, ha detto Hadden. “Ci siamo seduti per mangiare, non c’erano stati incidenti prima.”

All’improvviso, la sua squadra ha ricevuto una chiamata di emergenza da una donna che si lamentava di un dolore addominale estremamente doloroso. Quando Hadden e la sua squadra sono arrivati sulla scena, hanno scoperto che la donna aveva appena partorito.

Firefighter adopts baby from homeless after helping her give birth

Hanno trasferito rapidamente la donna in ambulanza e lì si sono resi conto che non c’era più tempo per raggiungere l’ospedale. Ricorda che un collega ha detto: “Stiamo per avere un piccolo qui.”

Hadden ricorda: “Non avevamo tempo per prepararci. Prima che potessimo fare qualcosa, non avevamo nemmeno tagliato i vestiti, è arrivata Gracie. Me l’hanno data subito. Scherzosamente ho detto ciao a Rebecca Grace Hadden.

Firefighter adopts baby from homeless after helping her give birth

Quando Hadden ha parlato con la donna, ha scoperto che era senza casa e stava per dare in adozione la sua neonata.

Il pompiere e sua moglie desideravano da tempo un terzo figlio. Avevano due ragazzi e sognavano una bambina.

Due giorni dopo la nascita di Gracie, l’hanno portata a casa e nel marzo 2012 hanno finalmente ottenuto la piena custodia di Gracie.

Firefighter adopts baby from homeless after helping her give birth

Gracie ora vive con i suoi due fratelli più grandi, i figli biologici di Hadden, Parker di 14 anni e Will di 16 anni. “I ragazzi le vogliono molto bene e lei li adora. È una bambina meravigliosa”, ha detto Hadden.

Curiosamente, Hadden e sua moglie non hanno nascosto questa storia a Gracie. Sapeva di essere adottata e che Hadden era colui che l’aveva portata al mondo.

“Le ho raccontato tutta la storia. Non volevo che fosse una grande sorpresa. Mi spezza ancora il cuore quando ricordo il giorno in cui ho dovuto spiegarle i dettagli…” ha detto Hadden.

Ti piace questo post? Per favore condividi con i tuoi amici:

Vidéo


Vous pouvez également être intéressé