Un uomo ha salvato la vita ai pinguini e nuotano per 8000 km per incontrare quell’uomo (video)

È contro la legge mantenere animali selvatici come animali domestici in Brasile. E non importa cosa dica la legge, il pinguino, di nome Dindim, si è rivelato vivere con il suo migliore amico, che incontrava ogni anno dal 2011 sulle spiagge del Brasile.

Joan Pereira de Sauza, muratore dimesso e pescatore part-time di 71 anni, ha incontrato un pinguino di Magellano sudamericano, di nome Dindim, ricoperto di olio e in condizioni di letto. Quando Joan si prese cura di lui con calma, capì che Dinim non voleva partire; e quando se ne andò, Giovanna rimase scioccata, quando tornò il giorno successivo e negli anni successivi.

“Amo il pinguino come mio figlio e so che anche il pinguino ama me”, dice Joao. “Non ha permesso a nessuno di toccarlo. Li colpisce se lo fanno. Si stende su di me, mi permetta di fargli docce, di dargli da mangiare sardine e di prenderlo in braccio.

“Tutti pensavano che non sarebbe tornato, ma è tornato per incontrarmi negli ultimi quattro anni”.

Joan ha visto il suo pinguino ricoperto di olio e in pessime condizioni nel 2011.

“Stava con me da 11 mesi e poi… si è perso”… Ma Dinim continuava a tornare ogni anno, nuotando 8000 km per farlo.

“Amo il pinguino come mio figlio e penso che anche lui ami me. Quando mi nota scodinzola come un cane”.

«E non ha permesso a nessuno di toccarlo. Se lo fanno, li colpisce”.

“Ed è stata qualcosa come un’innovazione per me. E ritengo che Joan sia forse un pinguino e un membro della sua famiglia”, afferma il biologo professor Krajewski.

Questa è una vera amicizia tra uomo e animale. Condividi questa storia con i tuoi amici e familiari.

Ti piace questo post? Per favore condividi con i tuoi amici:

Vidéo


Vous pouvez également être intéressé